www.Bene-Stare.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni con fini statistici. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

    Visualizza Privacy Policy e Note Legali

"Ciò che dobbiamo imparare, lo si impara facendo" Aristotele

Lo sport giusto o sbagliato: è questo il problema?

E-mail Stampa PDF
Lo sport giusto o sbagliato: è questo il problema?Quando arriva il periodo di settembre-ottobre “lo sport giusto per tuo figlio” diventa un argomento ampiamente dibattuto, così come lo è di questi tempi (aprile-maggio) “Lo sport giusto per la prova costume”. Quindi basta escludere questi quattro mesi ed ecco che ne restano otto, in cui per fortuna è possibile trovare il tempo da dedicare allo sport ancora estraneo alle grossolane dicotomie, per esempio “giusto-sbagliato”.
Quasi dieci anni fa, il Consiglio d'Europa definiva lo sport “qualsiasi forma di attività fisica che, mediante una partecipazione organizzata o meno, abbia come obiettivo il miglioramento delle condizioni fisiche e psichiche, lo sviluppo delle relazioni sociali o il  conseguimento di risultati nel corso di competizioni a tutti i livelli”.
Ora con un po' d'impegno e la voglia di andare a fondo nella questione sportiva e conferirle così una qualità di cui ha bisogno, potremmo caratterizzare ulteriormente ciò di cui stiamo trattando.
In realtà, lo sport in sé per sé non ha alcun valore, il valore risiede nelle persone che lo interpretano, persone che con la loro competenza, la loro professionalità ed il loro coraggio realizzano progetti di condivisione e di collaborazione. La singola attività sportiva non è lo sport, e lo sport non è giusto o sbagliato!
Piuttosto sono le persone che amano lo sport a rendere gli ambienti che abitano più o meno funzionali, esercitando un’attenzione speciale nei confronti di chi ripone fiducia in loro. Impegnarsi nel conoscere se stessi ed essere disposti a sperimentarsi insieme ad altri a cavallo di un qualsiasi problema, vuol dire puntare ad un cambiamento necessario e fisiologico. E per cambiare c’è bisogno di perseveranza, di spirito d’iniziativa, di una voglia di creare che unisca elementi preesistenti dando forma a qualcosa di nuovo e di fruibile.
In realtà, lo sport è questo. È movimento. È sensibilità. È attenzione. È consapevolezza. È creatività. È stile. È tutto ciò che ci dà la forza di essere autonomi e responsabili nel prendere una decisione e nel portarla avanti in direzione degli obiettivi prefissi, anche e soprattutto in virtù di una collaborazione continua e dinamica. Ma non è neanche solo questo.
Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Aprile 2016 11:55 Leggi tutto...
 

Corso di Competenza Sportiva a Pescara: la terza edizione giunge al traguardo

E-mail Stampa PDF
Corso di Competenza Sportiva_III edizioneNel periodo in cui immaginavo di creare un Corso di Competenza Sportiva, pensavo principalmente al bisogno di partire dall’ABC.
Volevo che le persone si accorgessero, toccando con mano, che entrare nel merito delle competenze sport-specifiche vuol dire sperimentare, anzitutto, una competenza sportiva propedeutica, che ora più che mai è necessario diffondere per accrescere la qualità del mondo sportivo e per connettere chi crede di essere uno sportivo con chi crede di non esserlo.
La terza edizione del Corso si è conclusa dandoci conferma che la strada tracciata è percorribile eccome!
Volendo investire sul futuro dello sport e migliorarlo, bisogna rivitalizzare la maggioranza e prendersi cura delle singole persone, quindi delle “convinzioni sportive” che nutrono e delle “emozioni sportive” che vivono, hanno vissuto o vorrebbero vivere. Questo significa trasmettere forza, entusiasmo e competenza ad una base, su cui più in là andremo a realizzare ogni forma di specializzazione possibile.
Adesso è il momento di creare collegamenti continui dentro e fuori le persone, stimolando tutta l’attenzione necessaria per dirigere, in maniera responsabile, la consapevolezza di ciascuno.

Venerdì scorso (18 marzo), fino all’ultimo minuto di formazione, ci siamo accorti, attraverso il gioco, quanto l’abilità di fare squadra, di mostrarsi empatici e di gestire, quindi, le proprie emozioni ed i propri pensieri, possa favorire l’esercizio dell’abilità attentiva e garantire così un migliore risultato, sul piano pratico.
Ultimo aggiornamento Martedì 22 Marzo 2016 12:48 Leggi tutto...
 

A San Giovanni Teatino, lo sport a scuola è un'altra cosa

E-mail Stampa PDF
Progetto #FGCSarà presentato oggi martedì 8 marzo, il Progetto “Felici…Giovani e…Competenti”, attivo dallo scorso anno scolastico presso l’Istituto Comprensivo Statale “G. Galilei” di San Giovanni Teatino (CH). Gli Alunni della classi prime e seconde della Scuola Secondaria di primo grado e quelli delle classi quinte della Scuola Primaria svolgono, infatti, un programma polivalente di educazione fisica, di gioco e di sport, con l’obiettivo di rendere trasversale ogni forma di apprendimento.
L’esperienza sarà approfondita a partire dalle ore 15.00, nella Sala Giunta del Comune di San Giovanni Teatino (CH), che ha patrocinato il Progetto.
All’incontro, rivolto ai Genitori degli Alunni, sono stati invitati il Sindaco Luciano Marinucci, gli Assessori comunali Gabriella Federico ed Efrem Martelli, il Dirigente Scolastico Mirella Orlandi, il Corpo Docente e l’intero Personale della Scuola. A presentare il Progetto sarà l’Associazione M.I.t.R.A. Onlus, che promuove l’attività grazie alla collaborazione continua di un gruppo di lavoro che si sta sperimentando nell’ambito di una programmazione articolata e complessa. Ne fanno parte: Mirella Di Pietro (docente di educazione fisica nell’ambito della scuola partecipante), Raffaella Pellicciotta, Vanessa Tomei, Paola De Carolis, Danilo Tomei, Alberto D’Ilario, Guido Mariani, Franco Pompei, Giuseppe Sulpizio, Giovanni Capisciotti, Riccardo Santori, Maria Grazia Petrino, Genny Di Filippo e Margherita Sassi (ideatrice e responsabile del Progetto). Il coordinamento del gruppo è dell’Associazione M.I.t.R.A. Onlus, promotore dell’intera progettualità.
Ultimo aggiornamento Martedì 08 Marzo 2016 11:00 Leggi tutto...
 

Il Corso di Competenza Sportiva riprende la rincorsa

E-mail Stampa PDF
Corso di Competenza Sportiva_III edizioneAl di là degli esiti futuri, il numero tre mi è sempre piaciuto e chissà poi se c'è una ragione.
Di sicuro, c’è la partenza di questa terza edizione del Corso di Competenza Sportiva, che ha scatenato delle impressioni piacevoli e delle sensazioni intense. E il tutto sembra di buon auspicio.
Venerdì sera (12 febbraio), grazie alla collaborazione tutta pescarese tra il Centro di Psicologia dello Sport, la M.d.S. Medicina dello Sport e l’Associazione M.I.t.R.A. Onlus, presso il Centro Sportivo "Le Naiadi", ha preso forma un assortito gruppo di persone, che ha già dato mostra di un’evidente capacità di concentrazione e di un’apprezzabile reattività. Le differenze tra i singoli sembrano spiccate, ma alleggia tra tutti un punto in comune; l'obiettivo del Corso è quello di trovarlo, attraversando le opinioni di ciascuno e mischiando sistemi, per ora apparentemente distanti.
L’intera ricerca durerà un mese e mezzo e sarà sostenuta dalle motivazioni che spingeranno 17 persone a dedicare 540 minuti del loro tempo a parlare di sport e soprattutto di persone, di abilità, di cosa possiamo realizzare e di come possiamo farlo, immaginando un sistema sportivo migliore.
Ultimo aggiornamento Martedì 16 Febbraio 2016 13:56 Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 302

Corso di competenza Sportiva 2016

Seguici su Facebook

 

logo consulenza commerciale margherita sassi

 

logo del Centro di Psicologia dello Sport di Pescara

 

Storie di giovani e di sport...

scoprile nel libro

di Margherita Sassi - illustrazioni di KARICOLA

disponibile su:

logo amazon Amazon.it nei formati e-book e cartaceo
logo createspace Createspace.com nel formato cartaceo

 

torneo basket "Se Grande vuoi diventare, a Giocare devi imparare"

Progetto di Promozione Scolastico-Sportiva